"Et si omnes, Ego non"

Sono le parole pronunciate dall'Apostolo Pietro quando Gesù predice ai discepoli il loro abbandono, prime di recarsi nell'orto del Getsemani a pregare: "Et si omnes scandalizati fuerint in te, ego numquam scandalizabor" (Mt. 26,33)

 

Negli autori cristiani antichi e nel medioevo, venne citata come solenne affermazione dell'opposizione contro un potere dominante ed oppressivo.